VINCENZO NIBALI VINCE IL GIRO DI LOMBARDIA

Grande soddisfazione nelle competizioni italiane per Vincenzo Nibali grazie alla sua seconda affermazione al Giro di Lombardia. Questa è stata la 50° vittoria della carriera professionale del capitano del BAHRAIN MERIDA PRO CYCLING TEAM. Qualche giorno prima Nibali era arrivato terzo alla Tre Valli Varesine mentre Colbrelli ha mancato la vittoria del GP Beghelli per pochi secondi. 

10.10.17

Essendo la Classica di fine di stagione, e una delle ultime gare dell’anno, il Giro di Lombardia viene spesso nominato come la “classica delle foglie morte”. Il percorso tra Bergamo e Como è caratterizzato dalla presenza di salite simbolo come il Colle Gallo, il Colle di Brianza, la Madonna del Ghisallo, la Colma di Sormano, il Civiglio e per finire come ultimo ostacolo la salita di San Fermo della Battaglia. Vincenzo Nibali aveva già vinto questa classica monumento nel 2015 e per molti esperti era uno dei favoriti di quest’anno; inoltre poteva contare sul supporto del suo team e dei suoi fedeli compagni come Janez Brajkovic, Enrico Gasparotto, Antonio Nibali, Domen Novak, Franco Pellizzotti, Luka Pibernik e Giovanni Visconti. Per la squadra, l’obiettivo principale era vincere una delle classiche monumento nella prima stagione.

All’inizio, sei attaccanti hanno preso il comando per i primi 12 minuti. Questi però, sono stati presi dai pendii più bassi di Colma di Sormano. Da lì il gruppo dei favoriti ha subito vari attacchi ed è stato tenuto col fiato sul collo, impedendo così di concedergli un altro minuto di più. Giovanni Visconti, recente vincitore del Giro dell’Emilia, anche questa volta ha mostrato una prova di forza e sacrificio negli ultimi 50 km. Anche Vincenzo Nibali per gli ultimi 20 km era da solo. Quando il francese Thibaut Pinot ha attaccato sulla salita di Civiglio, Nibali non ha reagito subito ma è riuscito a superare il francese nel chilometro finale della salita e facendo un buon uso della discesa, ha aggiunto 7 secondi di distacco dal rivale sulla discesa verso Como.

 Da lì fino all’inizio di San Fermo della Battaglia, considerata la salita del giorno, il distacco ha raggiunto i 9 secondi, e sulla strada verso la cima della salita, Nibali è riuscito ad estendere il distacco a 38 secondi. Dietro di lui, Julian Alaphilippe ha lanciato il contrattacco, ma non è comunque riuscito ad avvicinarsi al leader. Così lo squalo di Messina è riuscito ad ottenere la 50° vittoria della sua carriera professionale: il siciliano ha animato i tifosi sulle strade di Como, battendo il cinque alla folla e ha attraversato la linea del traguardo con le braccia al cielo, celebrando la sua seconda vittoria del Giro di Lombardia. Grazie al capitano, il BAHRAIN MERIDA PRO CYCLING TEAM ha ottenuto la sua prima vittoria in una delle classiche monumento.

 

La vittoria di Vincenzo Nibali non era una sorpresa: alla Tre Valli Varesine, lui e Thibaut Pinot, hanno dimostrato di essere dei forti scalatori, ma sono stati entrambi battuti da Alexandre Geniez, che è riuscito a raggiungere il duo in testa solo nel chilometro finale. Nonostante il terzo posto, molti esperti erano d’accordo col fatto che Nibali sia stato il corridore più forte della gara. Al GP Beghelli, il BAHRAIN MERIDA PRO CYCLING TEAM ha mostrato degli ottimi risultati per la maggior parte della corsa, supportando Sonny Colbrelli: doveva solo riuscire a farcela negli ultimi 5 km ma è stato proprio in quel momento che Luis Leon ha sferrato il suo attacco decisivo. Sei secondi dietro al vincitore, Colbrelli ha ottenuto il secondo posto.

 

Non perderti il video con i momenti più emozionanti del Giro di Lombardia 2017

111° Giro di Lombardia: Bergamo - Como, 247km

1. Vincenzo Nibali, ITA/BAHRAIN MERIDA PRO CYCLING TEAM, in 6:15.29 ore
2. Julian Alaphilippe, FRA, + 0.28
3. Gianni Moscon, ITA, + 0.38

97° Tre Valli Varesine: Saronno - Varese, 192.9km

1. Alexandre Geniez, FRA, in 4:49.08 ore
2.
Thibaut Pinot, FRA, st
3. Vincenzo Nibali, ITA/BAHRAIN MERIDA PRO CYCLING TEAM, st  

22° GP Beghelli: Monteveglio - Monteveglio, 196.3km

1. Luis Leon Sanchez, ESP, in 4:27.30 ore
2. Sonny Colbrelli, ITA/BAHRAIN MERIDA PRO CYCLING TEAM, + 0.06
3. Elia Viviani, ITA, st

 

 

Merida Italy srl